Servizi professionali di telecomunicazione per il tuo business

Macchine Virtuali

 Si definisce macchina virtuale un contenitore software totalmente isolato in grado di eseguire i propri sistemi operativi e applicazioni come fosse un computer fisico. Una macchina virtuale si comporta esattamente come un computer fisico ed è dotata dei propri componenti (CPU, RAM, disco rigido e schede di rete) virtuali, vale a dire basati su software. Un sistema operativo non è in grado di distinguere una macchina virtuale da una macchina fisica, né possono farlo le applicazioni o altri computer in rete. Anche la macchina virtuale considera se stessa alla stregua di un computer vero e proprio, sebbene sia costituita interamente da software e non contenga alcun componente hardware. Le macchine virtuali assicurano pertanto innumerevoli vantaggi rispetto all'hardware fisico.

1. Compatibilità
Analogamente a un computer fisico, una macchina virtuale ospita un proprio sistema operativo guest e proprie applicazioni e dispone di tutti i componenti di un computer fisico (scheda madre, scheda VGA, controller di schede di rete). Ne consegue che le macchine virtuali sono totalmente compatibili con tutti i sistemi operativi, le applicazioni e i driver dei dispositivi per i sistemi x86 standard e possono pertanto eseguire qualunque software funzionante su un computer x86 fisico.

2. Isolamento
Sebbene possano condividere le risorse fisiche di un singolo computer, le macchine virtuali sono reciprocamente isolate come se fossero macchine fisiche distinte. Se, ad esempio, quattro macchine virtuali risiedono in un unico server fisico e una di esse si arresta, le altre tre rimangono disponibili. L'isolamento costituisce il motivo per cui le applicazioni eseguite in un ambiente virtuale risultano di gran lunga più disponibili e sicure delle applicazioni eseguite in un sistema tradizionale.

3. Incapsulamento
Una macchina virtuale è sostanzialmente un contenitore software che raggruppa o "incapsula" un insieme completo di risorse hardware virtuali, con sistema operativo e applicazioni, in un pacchetto software. Grazie all'incapsulamento, le macchine virtuali possono essere trasferite e gestite con straordinaria facilità. È, ad esempio, possibile spostare e copiare una macchina virtuale da una posizione ad un'altra come un qualsiasi file software, oppure salvarla in un qualunque dispositivo di memorizzazione dei dati: da una scheda di memoria flash USB a una SAN (Storage Area Network) aziendale.

4. Indipendenza dall'hardware
Le macchine virtuali sono completamente indipendenti dall'hardware fisico sottostante. È possibile, ad esempio, configurare una macchina virtuale con componenti virtuali, quali CPU, scheda di rete, controller SCSI, completamente diversi dai componenti fisici installati nell'hardware sottostante. Macchine virtuali residenti nello stesso server fisico possono anche eseguire tipi diversi di sistema operativo (Windows, Linux, ecc).
Combinata con le proprietà di incapsulamento e compatibilità, l'indipendenza dall'hardware consente di spostare liberamente le macchine virtuali da un tipo di computer x86 ad un altro senza apportare alcuna modifica a driver dei dispositivi, sistema operativo o applicazioni. L'indipendenza dall'hardware consente inoltre di eseguire combinazioni eterogenee di sistemi operativi e applicazioni in un singolo computer fisico.